Kaizen, training in Pilkington. Dalla sabbia al vetro per auto sulla strada del miglioramento quotidiano

Kaizen, training in Pilkington. Dalla sabbia al vetro per auto sulla strada del miglioramento quotidiano

Dalla sabbia al vetro, sotto forma dei migliori prodotti per il mercato europeo, e non solo, dell’auto, come parabrezza, vetrature laterali e lunotti. E per mantenersi al top c’è una sola strada da seguire: quella del miglioramento quotidiano. Lo sanno anche a Pilkington Italia, dove nello stabilimento di San Salvo (Chieti) dal 13 al 17 giugno si è svolto un TWI (Training Within Industry) tenuto dai professionisti di Kaizen Institute Italia.

Si è così rinsaldato un rapporto iniziato già sei anni fa. «Avevamo già fatto con KAIZEN™ Italia un’attività di formazione nel giugno e luglio del 2010 – spiega Claudio Porreca, responsabile della selezione e formazione del personale per la Direzione delle risorse umane di Pilkington Italia – ma abbiamo notato, a distanza di qualche tempo e soprattutto a causa dell’avvicendamento del personale, il bisogno di riproporre la formazione». E così per una settimana una parte di dipendenti, provenienti da diversi settori e reparti dell’azienda, si sono immersi nel clima KAIZEN™: tanta pratica, tante «sfide» quotidiane da vincere.

Il TWI di KAIZEN™ permette di addestrare gli operatori con l’obiettivo di far acquisire loro la capacità di riconoscere le necessità di training in un reparto, in relazione alle richieste di qualità, efficienza e flessibilità della produzione, preparare un piano per gli operatori e le postazioni chiave e costruire la figura di trainer interno all’azienda, capace di formare a sua volta rapidamente gli operatori. Spesso, in azienda, chi deve insegnare ai nuovi assunti o a persone di altre funzioni, è l’operatore o l’impiegato più esperto, e non una persona formata appositamente per vestire l’abito del trainer.

Pilkington è un’azienda attenta a fornire tutti gli strumenti necessari ai propri dipendenti. «Da sempre crediamo parecchio nell’efficacia del miglioramento quotidiano – conferma Porreca – è importante che vengano chiariti dei criteri metodologici che a volte sono anche molto sPemplici. Bisogna però acquisirli, rifletterci sopra in maniera consapevole e portarli all’interno dell’attività quotidiana. E devo dire che ho visto i dipendenti coinvolti nel TWI arrivare a fine giornata molto motivati, anche grazie alla capacità dei professionisti Kaizen».

C’è poi un altro obiettivo che Pilkington si pone. «Puntiamo alla “disseminazione” di quanto appreso – spiega Porreca – in modo che i partecipanti al training portino in reparto le competenze acquisite, facendole conoscere anche ai propri colleghi. Con la metodologia di lavoro che insegna KAIZEN™ anche le cose più complicate possono diventare più semplici e venire affrontate nel modo giusto: e i risultati, alla fine, si vedono». Ed è proprio così, in modalità «train the trainer» che i partecipanti al TWI hanno vissuto i cinque giorni con KAIZEN™: ognuno di loro è tornato nel proprio reparto portando con sé un bagaglio di idee e proposte per migliorare il ciclo quotidiano del lavoro.

Recent Posts

Sviluppare le persone per migliorare il servizio: l'esperienza di PTL Srl
Strat to Action: tradurre la strategia in azione
La cultura dell'errore
 
arrow up