Interroll, coinvolgimento di tutta la fabbrica per celebrare il KAIZEN™ Award. Vince una linea pensata dagli stessi operatori

Hanno fermato per un giorno la produzione, calcolando come evitare eventuali ritardi. Poi si sono riuniti tutti insieme per ripercorrere quanto fatto e discutere sul futuro. In quel tutti c’è proprio lo spirito KAIZEN™ di Interroll, azienda leader per prodotti e servizi nel campo dell’intralogistica. Interroll SA, il centro di eccellenza della vicina Svizzera è una delle quattro aziende vincitrici della prima edizione dei KAIZEN™ Award italiani. Ed è proprio per festeggiare il premio che l’azienda ha deciso, giovedì 13 luglio, di fare il fermo produzione generale di tutta la fabbrica. Una giornata, come dicevamo, in pura attitudine KAIZEN™, sempre pronti a sfidare il futuro. «Ci siamo trovati tutti insieme – spiega la KAIZEN™ Manager Elisabetta Brunetti – per ripercorrere l’avventura dei KAIZEN™ Award, iniziata quasi per gioco. Ma non solo, durante la giornata c’è stata la presentazione ufficiale del nuovo sito KAIZEN™ di Interroll SA dedicato a tutti i nostri collaboratori». Un’occasione, quindi, per guardare avanti. «Abbiamo approfittato per fare il punto sul cantiere “Zero difetti”, dopo i primi sei mesi nei quali avevamo sviluppato dei prototipi. Ci siamo confrontati per capire quali di questi progetti rispettano le nostre esigenze e potranno diventare così uno standard aziendale».

 

La decisione della Interroll sottolinea la grande soddisfazione per la vittoria ottenuta ai KAIZEN™ Award, con un cantiere che ha rivoluzionato concettualmente e strutturalmente il reparto di assemblaggio. La richiesta del mercato così come il clima “zero difetti” sempre più presente hanno reso necessaria l’introduzione del cantiere nella roadmap strategica 2015. Fin da subito i risultati sono stati soddisfacenti: diminuzione del tempo del ciclo (-20%), bilanciamento delle stazioni di lavoro, eliminazione delle scorte WIP (OPF), poka-yoke integrati nel processo. Questo cantiere, tuttora in continua evoluzione, rappresenta lo spirito di miglioramento continuo desiderato da Interroll.

«Abbiamo celebrato – ricorda Brunetti – non solo il progetto ma tutto il sistema di miglioramento continuo dell’azienda. Applichiamo le metodologie KAIZEN™ fin dagli anni ’90. La struttura è diventata ufficiale poi nel 2009, quando è stato fondato l’Interroll Production System. In particolare abbiamo candidato il cantiere “one piece flow” su una linea di assemblaggio di regolatori di velocità. I partner, fornitori esterni, che avevano pensato allo sviluppo di questa linea lo avevano immaginato in maniera totalmente diversa. Con il progetto abbiamo ottenuto invece una linea pensata e desiderata dagli stessi operatori. Hanno così potuto realizzare le stazioni, una dopo l’altra, in base alle proprie esigenze». E i risultati non si sono fatti attendere, come già accennato. «Postazioni di lavoro più flessibili ed ergonomiche, con eliminazione totale della scorta fra una stazione e l’altra, una linea flessibile e dinamica». Ma l’attitudine KAIZEN™ continuerà a guidare Interroll nello sviluppo aziendale: il miglioramento prima di tutto. Ed è proprio il metodo di lavoro secondo Ingo Specht, General Manager della Interroll SA, la chiave di lettura della strategia aziendale. «Non sono le macchine a garantire la qualità della produzione, ma le persone - afferma Specht – il metodo coinvolge il personale in workshop e attività che aiutano ad assimilarne le basi ed acquisire motivazione. Tutti i collaboratori sono invitati a contribuire con le proprio idee, e lo fanno con grande entusiasmo».

«Interroll è un cliente nostro partner da lunga data e su più country – spiega Bruno Fabiano, founding partner di KAIZEN™ Insistute Italia –. Una particolarità è data dalla decisione strategica di fare crescere il miglioramento continuo assieme alle competenze delle risorse interne. In questo contesto il percorso di certificazione KAIZEN™ Manager che prevede l’alternanza training/progetti in azienda e la realizzazione di un “masterpiece project” finale di valore superiore al costo dell’intero percorso di training, riesce ad unire la crescita delle competenze con la trasformazione del Gemba e l’ottenimento di risultati. I KAIZEN™ Manager seguono lo stesso percorso in tutto il mondo. Ma la componente principale resta il commitment del management».

Recent Posts

Le nostre letture:Talento Ribelle
Le nostre letture: The Physics of Business Growth
KAIZEN™ meet Amazon
 

Popular Posts

 
arrow up