Smart working: raggiungere gli obiettivi dal tavolo della cucina

Smart working: raggiungere gli obiettivi dal tavolo della cucina

Ma tu fai davvero smart working? Dopo un anno di repentini ed improvvisi cambiamenti nel nostro modo di lavorare, abbiamo raccolto le storie di aziende di diversi settori e dimensioni per confrontarci su un tema molto in voga: lo smart working.

Sono ormai mesi che ci confrontiamo con un nuovo modo di lavorare che porta con sé delle questioni che possono minare la nostra efficienza e produttività:

  1. Carenza di strumenti informatici adeguati,
  2. Mancanza di confini tra vita privata e vita lavorativa,
  3. Difficoltà nella gestione degli orari,
  4. Disturbi esterni come bambini o animali,
  5. Postazioni di lavoro poco ergonomiche,
  6. Mancanza di fiducia,
  7. Condizioni contrattuali non aggiornate.

Ma come possiamo, quindi, raggiungere gli obiettivi dal tavolo della nostra cucina lavorando davvero in modo "smart"?

Ce lo hanno raccontato le aziende che negli scorsi mesi hanno radicalmente cambiato le loro organizzazioni e il loro modo di lavorare per adattarsi con successo al lavoro che cambia.

Il 24 febbraio è andato in onda il webinar dedicato smart working realizzato da Kaizen Institute Italy in collaborazione con Lavoropiù.

Tra i testimonial 3 aziende d'eccellenza: Alce Nero, ITAB  e Kiratech.

Guarda il video:

Vuoi inviare una domanda ad uno dei testimonial? Compila il form.

Scarica il PDF con le linee guida per lo smart working.

Leggi anche:

  1. Remote working, quarantine working o smart working?
  2. Smart KAIZEN™: come passare da Remote Working a Smart Working
  3. Smart KAIZEN™ - Un viaggio in Kaizen Institute Italia durante l'emergenza

Recent Posts

KAIZEN™ Award Italia 2021: Dr. Tiziano Caprara
KAIZEN™ Award Italia: OEM
KAIZEN™ Award Italia 2021: LivaNova
 
arrow up