Casappa, nata nel 1952, azienda leader nel settore oleodinamico, progetta e realizza i componenti principali del sistema idraulico. Il suo fatturato che si aggira sui 90 milioni e conta oltre 600 dipendenti fra la sede di Lemignano di Collecchio (PR) e i collaboratori nel mondo.

 

 

Un tasso di scarto troppo elevato, il mancato montaggio standard nella linea e i componenti molto simili tra loro erano i problemi che Casappa voleva risolvere per evitare tempi di controllo lunghi e onerosi in caso di errore. In pratrica se in uno stock di 200 uno era sbagliato, bisognava rivedere anche tutti gli altri. Così Casappa si è posta l'obiettivo di trovare una soluzione per fare inversione di rotta.

La Casappa è un’azienda storica, nata nel 1952. Ma la forza della tradizione non basta, bisogna continuare a cambiare. In azienda l’attenzione al miglioramento è alta da anni. Anche perché il management è volutamente giovane, dinamico. Un terreno ideale per una collaborazione con Kaizen Institute Italy, come infatti è avvenuto: dove c’è voglia di mettersi in gioco il cambiamento fa meno fatica a trovare spazi.

 

«Il coinvolgimento è essenziale. Ci siamo quindi messi al lavoro per capire cosa fare. Abbiamo quindi cambiato la struttura produttiva in alcune parti. Ma la prima soluzione non era ancora quella giusta.Abbiamo quindi rianalizzato il tutto, arrivando così in un anno e mezzo a trovare il modo migliore per rendere la linea efficiente, a tasso di scarto azzerato»

-Claudia Guatteri, Responsabile produzione Casappa

 

Ora si sa quanti pezzi si riescono a produrre e si sono raddoppiate le postazioni di linea, un  successo che ha convinto Casappa di essere sulla strada giusta.

Dopo il Kaizen Live Experience sul Total Flow Management tenuto nel  2015 da Kaizen Institute Italia, è nato anche un altro progetto che riguarda il l’approvvigionamento interno delle linee, dal montaggio alla macchina utensile prodotta. Un’idea che tocca trasversalmente vari reparti dell’azienda. La produzione di pompe a pistone, infatti, impiega un numero relativamente piccolo, circa una quarantina di persone. E la dimensione del reparto è stata un vantaggio nel far penetrare al meglio l’approccio Kaizen. Ma l’obiettivo è ora far arrivare i vantaggi del miglioramento continuo a tutta l’azienda.  Ed è questa una delle chiavi del miglioramento continuo: la contaminazione. Coinvolgere sempre più persone possibili, arrivare a più livelli: il cambiamento passa da ogni lavoratore dell’azienda.

 

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti 

 

Seguici su:

 

Kaizen Facebook Page

  

 

CONTATTACI:

 

 
 
 
 
 

  

KAIZEN Institute Italy S.r.l.
Via Emilio Zago, 2
40128 Bologna

 
Tel  +39 051 587 67 44
Fax +39 051 587 67 73
E-Mail: kii@kaizen.com 

 

P. IVA e C. F. 06102290969

 

 

 

Kaizen Clients

 

Add as many pictures to the cell bellow
 phlips kaizen clientEcolab Kaizen ClientPfizer Kaizen ClientBosh Kaizen ClientVolkswagen Kaizen ClientContinental Kaizen Client