Gestione industriale del savoir faire

Gestione industriale del savoir faire

Lean Factory Design

Contesto

La frequenza del rilascio di nuovi modelli tra collezioni, cruise e capsule richiede di lavorare sempre più a ridosso delle consegne. Le assegnazioni ai fornitori devono livellare le capacità produttive ed arrivano all’ultimo minuto. Per assicurare Qualità e Lead Time è necessario organizzare il lavoro in modo agile, lineare e visibile. Portando più in basso possibile sul Gemba la capacità di controllare flussi. Organizzare gli spazi dove team esperti portano avanti la cultura del lavoro ben fatto e la insegnano ai nuovi arrivati (sì, siamo in un settore in costante crescita...).


Disegnare un “Lean Factory Layout”

Si tratta di un passo importante per impatto su investimenti e performance. Puó essere solo un compito aggiuntivo oppure una occasione di coinvolgimento e crescita di tutta l'organizzazione. 


Organizzare flussi laminari in lavorazioni con molte fasi e mix elevato è semplice se si segue un metodo rigoroso e “senza sconti” che coinvolga gli stessi team esperti, evitando la trappola di “abbiamo sempre fatto così”.

Qual è la soluzione giusta? Dipende da volumi, regolarità, complessità e difficoltà delle lavorazioni. A volte occorre tenere in piedi più soluzioni. Tutto su ruote.



Persone al centro

L'asset principale di queste organizzazioni sono le persone. Quale migliore occasione per formarle alla gestione dei flussi coinvolgendole nel disegno del layout e nella riorganizzazione della logistica interna, delle frequenze di prelievo e alimentazione e della scelta dei mezzi di movimentazione.



End to End : il value stream completo

Ovviamente il miglioramento va esteso su tutto il value stream. Sviluppo, industrializzazione e supply chain devono poter alimentare la produzione con modelli, materiali e kit lavorabili (ma questa è un’altra storia...).

Recent Posts

L'arte dell'allineamento
Comet: una solida strategia di crescita
 
arrow up