Carpigiani: il percorso Kaizen

Carpigiani: il percorso KAIZEN™

La Carpigiani di Anzola Emilia (Bologna) ha alle spalle una gloriosa storia industriale: nata nel 1946 rappresenta l'eccellenza delle macchine per la produzione di gelato artigianale. Carpigiani ha 11 Famiglie di prodotto, 300 modelli e oltre 2.000 versioni ed è oggi una grande realtà internazionale che comprende 10 Filiali Commerciali e 220 Distributori.

Nel 2013 è iniziato il percorso KAIZEN™ di Carpigiani all'insegna del Kintsugi volto a ricomporre il modello organizzativo aziendale rendendolo più adatto alle sfide del presente e del futuro. In Giappone, da secoli, la tecnica del Kintsugi consiste nel riparare gli oggetti in ceramica con un collante forte e una polvere d'oro. Niente sarà più come prima, il vaso in frantumi non sembrerà come nuovo. Al contrario: le nervature mostreranno il trauma, saranno la mappa rivelatrice di una storia unica e irripetibile. Da una frattura, da una ferita, da un'imperfezione nasce dunque una forma ancora maggiore di perfezione estetica e forza interiore. 

Sono due le sfide che l'azienda ha voluto lanciare: da una parte la revisione dell'organizzazione delle fasi di produzione secondo il concetto di "canale di flusso" e dall'altra il miglioramento dell'integrazione fra il reparto produzione e le aree commerciale e logistica anche grazie all'istituzione di un "Syncro Corner".

Tra gli strumenti utilizzati per raggiungere questi obiettivi:

  1. Uso del modello supermarket di canale in testa alle linee per riorganizzare le scorte;
  2. Integrazione di due fornitori strategici nel KANBAN/junjo;
  3. Riorganizzazione ed unificazione delle linee di produzione sotto la gestione di un team leader che ha assunto la responsabilità di tutto il processo;
  4. Internalizzazione della fase di lavaggio dei macchinari che in precedenza veniva affidata ad una ditta esterna;
  5. Introduzione del Daily KAIZEN™ che ogni giorno vede riunito il team di miglioramento guidato dai team leader e del weekly KAIZEN™ che riunisce settimanalmente i responsabili deli acquisti, della pianificazione, dell'ufficio tecnico, della qualità e di tutti i canali di produzione
  6. Introduzione del Syncro corner, ovvero di un altro spazio dove avviene l'allineamento delle diverse figure per coordinare al meglio il meccanismo che fa sì che gli ordini vengano evasi nel minor tempo possibile
  7. Creazione della Carpigiani Factory School, uno spazio dove alcuni dipendenti adeguatamente formati possono a loro volta fornire formazione qualificata ai propri colleghi.

Grazie a questo percorso di miglioramento continuo, la Carpigiani ha vinto il primo posto al KAIZEN™ Award Italia 2017.

Dal 2014, l'azienda porta avanti anche il progetto di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con l’Iis Belluzzi-Fioravanti di Bologna. In questa iniziativa, fatta di stage pratici in laboratorio e in azienda, si è innestato anche l’intervento Kaizen, come sempre puntato a lavorare sulla pratica, nel luogo dove le cose accadono: il gemba. Così, a partire dal 2016, un Trainer di Kaizen Institute, ha contribuito alla formazione dei ragazzi del Belluzzi direttamente in Carpigiani. Un’esperienza positiva che proprio su proposta dei ragazzi è stata ripetuta più volte: due giorni «Kaizen» messi in campo congiuntamente da Kaizen Institute e i tecnici di Carpigiani. Lavorando sul campo, in modo da mettere in pratica e poter così toccare con mano l’esperienza di vita aziendale: i ragazzi hanno così acquisito già un’esperienza di miglioramento di macchinari che verrà loro molto utile al momento di entrare in un ambito lavorativo. 

«Così come abbiamo fatto con i training, coinvolgendo anche i nostri fornitori – spiega l’Operation Manager Carpigiani Andrea Occari – allo stesso modo ci siamo mossi per questo progetto con l’istituto Belluzzi: forniamo ai ragazzi delle competenze non necessariamente legate all’attività della nostra azienda, ma a quelle di tutta la nostra supply chain, così come la intendiamo noi, fino ai fornitori. L’idea di coinvolgere KAIZEN™ in questa iniziativa è venuta a Carpigiani dopo l’evento di Bologna con Masaaki Imai: abbiamo intuito come l’attitudine del miglioramento continuo potesse essere utile anche per ragazzi in uno dei loro momenti cruciali, quello della formazione».

Tra i fornitori coinvolti da Carpigiani in un training organizzato da Kaizen Institute, ricordiamo Meccanica Cataldi che nel 2018 ha vinto il KAIZEN™ Award Italia per la categoria "piccole e medie imprese". Dopo il training è nata la voglia di portare in azienda qualcosa di diverso e provare ad applicare KAIZEN™ alla propria realtà. Una scoperta che ha portato all'aumento del fatturato e alla puntualità delle consegne e ad una diminuizione dei tempi di set-up.

I risultati principali del percorso di miglioramento di Carpigiani sono stati:

  1. Dimezzamento tempo che trascorreva dalla data dell'ordine alla consegna del prodotto, e ad oggi i tempi di risposta si sono nettamente ridotti grazie alla revisione delle linee di produzione;
  2. Riduzione delle scorte in giacenza;
  3. Riduzione di accumuli ed ingorghi;
  4. Riduzione tempo evasione ordini;


Vuoi candidare anche la tua organizzazione al KAIZEN™ Award Italia 2021?

Scopri come

Recent Posts

Comet: una solida strategia di crescita
Strat to Action: la storia di Lavazza
 
arrow up